L'mportanza di un sito “mobile friendly”

16/03/2017

Entro il 2020 nel mondo gli utenti connessi a dispositivi mobile saranno circa il 70% della popolazione globale. Ci saranno più persone con cellulare (5,4 miliardi) di quelle con elettricità (5,3 miliardi). Attualmente il 73,3% della popolazione italiana si collega ad internet tramite un dispositivo mobile (tablet o smartphone) e solo il 26,7% tramite PC. Il dato aumenta ancora di più se guardiamo il pubblico femminile che sfiora l’80%. Possiamo quindi affermare che il telefonino è parte integrante dei nostri processi di comunicazione quotidiana.

Il sito dell’azienda deve quindi essere adattato per essere visibile in maniera ottimale anche dai telefonini. In questo modo l’azienda arriva “in mano” all’utente, arriva nel luogo dell’utente, nel momento in cui lui ha realmente bisogno di noi. Anche i motori di ricerca hanno capito questo e Google, per citare il più famoso ed utilizzato, ha addirittura deciso di premiare i siti mobile assegnando loro un’etichetta “mobile friendly” che potremmo tradurre, sito adatto ai dispositivi mobili. Questa etichetta fa si che a parità di risultati di ricerca un sito mobile friendly venga indicizzato più in alto, e quindi più in evidenza, rispetto ad un sito tradizionale.

Vuoi saperne di più? Vuoi imparare regole e trucchi per ottimizzare il tuo business?

Scrivi a info@elevel.it